Vi segnalo alcune delle discussioni a cui prenderò parte in questi giorni perché in tutte è centrale il tema della formazione libera online, e quindi il lavoro che stiamo facendo con Oilproject e Shannon.

Oggi alle 17.30 parteciperò al Festival delle Libertà Digitali alla Triennale di Milano, organizzato dalla Wikimedia Foundation. La tavola rotonda si intitola Open&Crowd – le marce in più. Di cosa si parlerà? Un incontro per parlare della rivoluzione in rete: le persone. Un confronto con aziende e associazioni che hanno trovato successo nella rete grazie alla forza delle loro idee e all’aiuto degli internauti” – sintetizzano gli organizzatori.

Oggi alle 21 – nel contesto dei corsi di divulgazione “Avviso ai naviganti” organizzati dalla Biblioteca Civica di Cologno Monzese (magari anche le biblioteche delle grandi città come Milano avessero le risorse per organizzare cose del genere!) – farò una specie di lezione dal titolo Dietro il fenomeno dei social network. Esiste davvero la “saggezza delle folle”? Gli elementi del calderone sono (in rigoroso disordine): Evgeny Morozov (faremo una contro-argomentazione collettiva delle sue teorie :D ), Gustave Le Bon, Liquida.it, Emanuele Severino, James Surowiecki (visto il titolo, era d’obbligo), Oilproject, Luca De Biase, Internet4Peace, Jaron Lanier. E questo è solo quello che mi viene in mente adesso… Insomma, una vera minestra. Vi farò avere le slide!

Domenica 16 maggio alle ore 11.00 presso lo stand della Regione Piemonte (pad.5) del Salone Internazionale del Libro di Torino, partecipo a:

Presentazione della Conferenza “Università e Cyberspazio”
Ridisegnare le istituzioni della conoscenza per l’Era della Rete” (Torino, 28-30 giugno 2010)
http://university-and-cyberspace.org.

Intervengono:
Juan Carlos De Martin (Politecnico di Torino, co-direttore Centro NEXA su Internet & Società)
Urs Gasser (Università di Harvard, executive director Berkman Center for Internet & Society)
Gabriella Serratrice (Regione Piemonte)
Marco De Rossi (oilproject.org, fondatore)
Mario Ricciardi (Politecnico di Torino)

Quello che è interessante, naturalmente, è in realtà quello che succederà il 28-30 giugno (sempre a Torino), non certo domenica. In particolare vi invito ad andare sul sito ufficiale della conferenza Università e Cyberspazio e visitare la sezione Program. È tutto ancora in allestimento, ma le ultime due plenarie del secondo giorno e le Breakout Track del terzo promettono bene. Titoli degli interventi a parte, quello che conta è l’impostazione internazionale dell’evento (a me per ora è capitato solo una manciata di volta di potermi confrontare su questi temi con non-italiani) e che dietro ci sia il centro Nexa del Politecnico di Torino. Non mi metto a parlare di Juan Carlos De Martin altrimenti facciamo notte, ma se avete tempo.. googlate.

Infine martedì prossimo (18 maggio alle 17) parteciperò – sempre a Milano – ad una tavola rotonda all’interno del Creativity Day. Il titolo è “Il valore dei contenuti sul web“. Parteciperanno anche Pasquale Diaferia, Fabrizio Pivari, Andrea Santagata, Michele Ficara e Angello Cucchetto.

L’avventura di Oilproject comparirà in tutti questi interventi. Se passate ad uno di questi eventi fate un fischio.___

La lezione di Oilproject che ti suggeriamo oggi è Firefox, Linux, OpenOffice: ecco perché usare software opensource.