Da oggi è online il nuovo Oilproject.

DI COSA SI TRATTA

Il nuovo Oilproject è sostanzialmente tre cose:

- Una scuola in diretta online di attualità in cui è il pubblico, attraverso un sondaggio, a decidere di cosa parlare.
I talkshow-lezioni sono interattivi e non moderati: il relatore, semplicemente, risponde alle domande più votate, e cioè a quelle che riscuotono più interesse. La Scuola d’Attualità è realizzata con il fondamentale supporto dei principali gruppi studenteschi italiani.

- Il primo “YouTube” dedicato alla formazione. Chiunque può registrare lezioni, letture di tesine, ricerche, interventi e inviarli in formato audio/video a Oilproject. La qualità delle lezioni è giudicata dal pubblico attraverso votazioni e meccanismi di valutazione fra pari.

- Un sito web dove le comunità di tutta Italia (sia di attivismo civile, sia studentesco) possono promuovere le iniziative che organizzano nel mondo reale. È disponibile anche un censimento di tutti i gruppi di attivismo che abbiamo trovato. Tutte le comunità possono gestire le proprie pagine.

COSA C’È DI NUOVO?

Perché è un esperimento senza precedenti?

- È una scuola in cui è lo studente a decidere di cosa parlare.

- È per l’Italia (solo per l’Italia) il primo esperimento di web-talkshow interattivo in cui discutere di attualità in modo diverso. La qualità è garantita dai responsabili di sezione: gli economisti di NoiseFromAmerika (Economia), LoSpazioDellaPolitica e IlPost (Politica), Wired (Innovazione e futuro) e Stefano Quintarelli (Internet e Informatica).

- Unisce il mondo studentesco (Federazione degli Studenti, Generazione Futuro, LINK, Rete degli Studenti, Unione degli Studenti, Unione degli Universitari) con quello della sperimentazione tecnologica.

- Prova a spostare il dibattito politico dalla televisione a Internet (a partire dalle videochat con Bocchino e Civati).

- Unisce destra e sinistra (vedi la lista dei gruppi che partecipano), perché una buona informazione non ha colore politico.

- È sostenuto da realtà importanti e molto diverse, a partire da Studenti.it e Telecom Italia.

IL NOSTRO OBIETTIVO

L’obiettivo è raccontare che ogni lezione tenuta nel mondo fisico che non viene registrata e condivisa online è un’occasione persa per migliaia di persone che ne potrebbero usufruire gratuitamente in ogni luogo, e magari decine di mesi dopo.

Il sogno è che entro dieci anni tutte le lezioni tenute nelle scuole e nelle università pubbliche vengano condivise online a beneficio, ad esempio, di chi vive in zone con una scarsa offerta didattica, contribuendo così a combattere il digital divide culturale italiano.___

La lezione di Oilproject che ti suggeriamo oggi è Nome di dominio: registrazione, posizionamento sui motori e tutela.